HOME        PRESTAZIONI         CHI SIAMO         DOVE SIAMO        CONTATTI
>> Home

L’Ecografia è una tecnica diagnostica non invasiva utilizzata per studiare organi interni del corpo umano. Si avvale di onde acustiche, pertanto la sua prima caratteristica è l’assoluta innocuità dell’esame. I tessuti biologici, infatti, non sono investiti da radiazioni ionizzanti (come per esempio accade nel corso di un esame radiografico), ma solo da onde sonore provenienti dalla sonda. Per  La sua innocuità è stata utilizzata fin dall’inizio per la diagnosi prenatale, per controllare la posizione e lo sviluppo del feto nel grembo materno.  L’ecografo sfrutta il principio fisico della riflessione delle onde (il fenomeno dell’eco) e la differente velocità di trasmissione delle onde acustiche a seconda della densità del mezzo in cui si propagano per costruire un’immagine tridimensionale del tessuto oggetto dell’indagine. In questa immagine, parti biologiche con strutture diverse (tessuti fibrosi o adiposi o parti liquide) appaiono con una tessitura e un’intensità differenti e lo specialista è in grado di associare tali conformazioni a oggetti diversi, come cisti, adenomi, liquido infiammatorio, degenerazioni di tessuti, neoformazioni.
Storia dell’Ecografia
 
La natura ha ispirato le prime applicazioni degli ultrasuoni: lo scienziato italiano Lazzaro Spallanzani dimostra, nel 1794, che i pipistrelli usano gli ultrasuoni per orientarsi nel volo notturno. Successivamente si scoprì che moltissime specie di pipistrelli e molti cetacei usano sistemi di ecolocalizzazione degli ostacoli o delle prede: inviano degli ultrasuoni prodotti dal loro sistema vocale e quindi ne percepiscono gli echi che si formano sulle superfici dell’ambiente o delle prede, ricavandone informazioni sulla distanza e sulla forma. Le prime applicazioni degli ultrasuoni sono state di tipo militare. Il SONAR (SOund Navigation And Ranging)è stato sviluppato fra le due guerre mondiali e montato sulle navi per l’individuazione di sottomarini o su questi ultimi per l’individuazione di ostacoli , naturali o artificiali, durante la navigazione in profondità.  Il loro funzionamento è basato sulla emissione di ultrasuoni e sulla successiva rivelazione di eventuali echi provenienti da superfici presenti in mare. Nel maggio 1953 John J. Wild utilizzando la frequenza di 15 MHz dimostra per la prima volta una neoplasia mammaria. Nel 1961 viene messo a punto un prototipo di ecografo. L’ecografia si diffonde in Italia, all’inizio degli anni ’70, soprattutto in cardiologia, oculistica, ostetricia, settori in cui sembrano più promettenti le prospettive offerte da questa nuova metodica diagnostica. 
 
 
VANTAGGI  DELL’ECOGRAFIA
L’ecografia è una tecnica diagnostica non invasiva, ottimamente  tollerata,  piuttosto versatile, di rapida esecuzione e dai costi decisamente contenuti. A differenza di altre metodiche diagnostiche, che utilizzano radiazioni ionizzanti, l’ecografia è, di fatto, un esame privo di effetti dannosi e non ne esistono controindicazioni.  A conferma di ciò  non è controindicata nemmeno nelle donne in gravidanza per le quali  sono previsti almeno 4 controlli ecografici  e inoltre può essere ripetuta più volte nell’arco di brevi periodi di tempo, diversamente da quanto accade con altre tipologie di indagini diagnostiche.
 
 
 
DISCLAIMER
Il messaggio informativo contenuto nel presente sito web è diramato nel rispetto delle linee guida contenute nelle Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici. Dichiara, inoltre, che il sito web corrisponde alle linee guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.
Le informazioni contenute in questo sito web non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.
 
Il sito è interamente finanziato dall’ autore:  la pubblicità non è una fonte di sovvenzione.
Tutto il contenuto del sito è coperto da copyright, ed è di proprietà del legittimo autore, Alfonso Scalia. Nessuna parte può essere riprodotta neppure parzialmente, in qualunque modo  senza preventiva autorizzazione. 
 
 

 

 

Studio Ecografico Scandicci Dott. Alfonso Scalia | E-mail info@studioecograficoscandicci.it

Copyright 2020 | All rights are reserved